Mahayoga

Nato nel 2010, Mahayoga é il frutto di un progetto di Sabine Jullion, per promuovere la crescita personale attraverso pratiche fisiche e filosofiche, con l’obiettivo di migliorare la qualità del vivere e il benessere psicofisico della persona. Un luogo dedicato alla pratica dello Yoga, ma anche uno spazio d'incontro e di condivisione in cui ESSERE, dove potersi mettere in ascolto, riconoscere i propri limiti, scoprire in se stessi la pazienza e le risorse per superarli. Dove fare esperienza dell'esplorazione Corpo come Tempio attraverso diverse discipline, in una condizione di non giudizio e tolleranza, con al centro l'Anima. Nel centro Mahayoga si tramanda la conoscenza della pratica Yoga, con il massimo livello d’insegnamento e d'innovazione tecnica, nel rispetto della tradizione. Si accompagna ogni studente in un percorso di scoperta, in base ai propri scopi e alle necessità, in un luogo non competitivo ed accogliente. L'ambiente è curato in ogni dettaglio, per favorire il benessere energetico. Maha, in sanscrito significa Grande, Yoga è Unione. Mahayoga sta ad indicare la grande unione tra tradizione, impegno e approfondimento, in continua evoluzione. La strada per riconoscere, apprezzare e nutrire la propria unicità e forza interiore. Namaste

 

Biografia

Mi chiamo Sabine Jullion, sono nata in Francia ma vivo in Italia dal 1998. Ho iniziato a praticare Hatha Yoga nel 2000 dopo la mia prima gravidanza, sotto la guida dei Maestri Massimo Provasi e Lorenzo Setti. Successivamente, l'amore per questa pratica mi ha condotto a frequentare le lezioni del Maestro Bruno Baleotti al Panax a Bologna, dove ho conseguito il mio primo diploma di istruttore. Nel 2007, ho intrapreso un nuovo corso per istruttori a Modena, presso il centro studi yoga Narayana del Maestro Marco Barbieri, approfondendo l'anatomia umana. Nel 2008 e per i successivi 5 anni, ho partecipato ai workshop di Christine Castillon per il metodo Iyengar, in Francia. Nel 2012, la mia pratica ha preso un percorso più spirituale partecipando ad Anusara Teacher Training con i Maestri Piero Vivarelli e Andrea Boni. Nel 2013 ho ricevuto l’attestato di Leader di Yoga della risata da Davide Giansoldati, perché non si può nutrire il corpo senza occuparsi dell’anima. Nel 2015 ho fatto il mio primo viaggio in India per frequentare il ritiro di Ashtanga Yoga, con l'insegnante Elena de Martin. Nel 2016 ho preso parte alla formazione di Restorative Yoga Coach Training con Audrey Favreau, convinta dell’importanza del “lasciare andare”. Nel 2017 ho completato la formazione di insegnante della scuola Samatva di Clemi Tedeschi, ispirata allo Yoga tantrico del Kashmir di Eric Baret. Dal 2015, inoltre, seguo la formazione Costellazioni familiari e risoluzioni dei traumi, con i maestri Marco Massignan e Elena Dell’Orto. Negli ultimi anni, ho partecipato a vari corsi di Yin Yoga con Arely Torres Delfin e mi sono specializzata nello Yoga Nidra e nel Pranayama, per raffinare la mia tecnica e dare spazio al “sentire”. Krihsna Das e Quirino Bertoli sono i miei insegnanti per lo Yoga del suono, con lo strumento dell'Harmonium indiano. Dopo essermi avvicinata alla meditazione trascendentale, ho conosciuto l'approccio di Thich Nhat Hanh frequentando il Plumvillage, a Bordeaux in Francia. Oggi pratico ed insegno Mindfulness, sotto la guida di Roberto Ferrari. Sono convinta che lo Yoga sia un cammino olistico di continua crescita e scoperta, e per questo motivo, frequento periodicamente corsi di aggiornamento. Nella mia pratica e nel mio insegnamento, prediligo aspetti come la cura dell'allineamento del corpo con un approccio interiore morbido e un'attenzione costante al flusso del respiro. Sono una persona attiva che ha imparato attraverso la pratica a rallentare e ad amare i momenti di rilassamento, attimi preziosi in cui mi ascolto, mi sento, mi riscopro e ora, anche le posizioni più statiche, come Savasana (posizione del cadavere), sono un balsamo che mi ripagano del mio impegno, a cui non potrei più rinunciare. Namaste

Insegnante iscritta alla YANI dal 2017